Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Torna su
Title Image

Cos’è un Mala

Un mala è molto di più di una semplice collana,
un mala rende mente, corpo e anima più sereni.

I mala sono rosari composti da 108 grani, siano essi pietre dure, cristalli, legno o semi, usati tradizionalmente nella meditazione japa, che prevede la recitazione silenziosa di mantra per 108 volte.

Le 108 sfere vengono sgranate una dopo l’altra con pollice e indice per tenere conto dei mantra recitati. Al termine della sequenza è consuetudine dare gratitudine all’insegnante e alle persone più importanti della propria vita.

I mala possono essere utilizzati sia durante la meditazione da seduti sia durante la pratica delle asana; riporre il mala in cima al tappetino aiuta a ricordare e a focalizzarsi sull’intenzione della pratica.

Se indossato nella vita quotidiana dà protezione e afferrarlo tra le mani aiuta a calmarsi e rasserenarsi.

Come scegliere il giusto mala?  Potendo scegliere tra diverse tipologie di mala non è sempre facile trovare quello adatto a sé. L’unica regola da seguire, a parer mio, è ascoltare le proprie sensazioni e seguire l’istinto. A quel punto sarà il mala a venire da te.
Ci sono molte connessioni ed energie che portano ognuno di noi, senza nemmeno sapere perché, a scegliere un mala piuttosto che un altro. Non sempre quello da cui si è attratti è quello esteticamente più bello, sarà invece quello più adatto al momento.
È importante inoltre conoscere il significato e le proprietà delle pietre e i chakra cui sono collegate.

I chakra

I Chakra sono centri di attrazione ed emanazione energetica posti in corrispondenza di punti del corpo specifici. Il benessere psico-fisico dipende dal libero fluire delle energie lungo i chakra.

I chakra principali sono sette e sono convenzionalmente posizionati lungo l’asse della colonna vertebrale.

I chakra più bassi sono considerati più vicini alla terra e sono in rapporto con gli aspetti più pratici della vita. I chakra superiori sono connessi alle aree mentali, agli aspetti intellettivi e spirituali.

La condizione di ogni chakra riflette lo stato della zona corporea corrispondente. A questi punti energetici vengono ricondotte sette ghiandole endocrine, che esercitano un controllo ormonale sulla fisiologia del corpo, sul nostro comportamento e sui nostri stati d’animo.

Il 1° Chakra, Muladhara o “chakra della radice”, è situato nella parte inferiore del bacino, tra coccige e pube ed è rappresentato dal colore rosso.
E’ la stabilità psichica nelle diverse situazioni della vita, la capacità di governare gli istinti; è il chakra con cui vengono assorbite le energie della Terra e scaricate le tensioni eccedenti mediante l’atto sessuale.

Il 2° Chakra, Svadhistana o “chakra splenico”, è collocato nella metà inferiore del ventre ed è associato al colore arancio.
Rappresenta il piacere, la gioia di vivere, la sessualità espressa al massimo delle sue potenzialità.

Il 3° Chakra, Manipura o “chakra del plesso solare” trova collocazione nella metà superiore del ventre ed il suo colore è il giallo.
E’ la capacità di agire energicamente, la volontà, l’autostima e l’autonomia personale. In senso spirituale è l’essenza attiva di cui siamo stati dotati.

Il 4° Chakra, Anahata o “chakra del cuore”, si trova nella zona pettorale del corpo e corrisponde al colore verde.
Consiste nella capacità di amare emotivamente, di provare un sentimento che non parte tanto dalla mente, quanto dal cuore.

Il 5° Chakra, Vishuddha o “chakra della gola”, si trova nella metà inferiore del collo e a livello delle clavicole. Il suo colore è l’azzurro e rappresenta la creatività, la comunicazione, la spiccata percezione estetica. In senso spirituale rappresenta la connessione con l’altrove, l’essere in comunicazione con dimensioni che superano l’umano.

Il 6° chakra, Ajna o “chakra del terzo occhio”, si trova al centro della fronte e il colore corrispondente è l’indaco. E’ la razionalità e la fiducia in se stessi.

Il 7° chakra, Sahasrara o “chakra della corona”, trova posizione sopra il cranio e il suo colore è il viola. Rappresenta la comunione con il Divino, l’autorealizzazione.